Tessennano

Il Territorio

POPOLAZIONE: 353 abitanti (censimento 2011)
ALTITUDINE: centro urbano 300 m. s.l.m. - territorio: min. 125 s.l.m. /max. 385 s.l.m.
SUPERFICIE TERRITORIALE: 1.450 Ha. c.a.

Tessennano è uno dei più piccoli comuni della Provincia di Viterbo e si erge su un basamento tufaceo a circa 350 mt. sul livello del mare.
La formazione orografica del suo territorio, ha origini dal pleistocene a seguito di eruzioni vulcaniche che hanno riscoperto la zona dando così origine ad un territorio di natura tufacea.
Importante attrattiva è il paesaggio, rimasto integro nei secoli. Il Paese è posto tra il verde degli oliveti e dei boschi che lo circondano, il suo territorio è tutto esposto a mezzogiorno e perciò ha un clima mite con aria pulita e salutare.
Da Tessennano è facilmente raggiungibile il mare del litorale di Montalto di Castro (Km. 20), Tarquinia ed il lago di Bolsena (Km. 15).
Da Tessennano si può inoltre raggiungere, in breve tempo, Viterbo, Roma, Orvieto, Perugia, Siena ecc. città ricche di storia e di arte.
È un paese prettamente agricolo che produce principalmente olio dop extra vergine di oliva varietà canino, vino bianco, vino rosso IGT, cereali e verdure genuine. Nelle campagne si allevano bovini e ovini.

Cenni Storici

Cenni storici Stampa

Nel periodo etrusco ed etrusco-romano Tessennano si trova nell’area di influenza vulcente e tarquiniese. Le sue sorti sono legate a quelle di Vulci tanto che dopo il 280 a.C. (anno in cui Roma entra nel territorio), la città vede scemare sempre più la sua importanza. Sorgono piccoli santuari rupestri, a testimonianza della presenza di limitati agglomerati umani nelle campagne. Ufficialmente il nome Tessennano compare solo per il Deposito votivo ritrovato nel 1956 in località Roggi, ricco di bronzetti e di centinaia di terrecotte ex voto risalenti al III-II sec. a C. Nell’alto Medioevo il villaggio viene fortificato con l’innalzamento delle mura. Costituì nell’antichità una stazione di posta lungo la via che collegava Tuscania a Canino. Probabilmente Tessennano faceva parte del territorio che nel 1102 viene donato da Matilde di Canossa al Pontefice Pasquale II. Nel XIII secolo parte del territorio è assoggettato a Tuscania.

piazza Umberto I - primi del '900

Così figura nel 1263. Aveva dei condomini; uno di questi, Matteo di Romeo, tosca­nese, ne possedeva alla fine del sec.XIII una terza parte; condannato per eresia, l'ebbe Bonifacio VIII;nel 1297 diede questa porzione a Nerio de Turri per un annuo censo.
Nella relazione di Guitto vescovo d'Orvieto, vicario del Rettore del Patrimonio a papa Giovanni XXII (1320) figura per 1/4 alla dipendenza immediata della S.Sede.
Fu occupato dai senesi nel 1334.
Nel registro del Card. Albornoz Cecco Ranuccio Farnese figura tra i condomini di Tessennano che nel 1354 giurarono fedeltà al Legato a Montefiascone. Incerte sono le vicende del castello durante lo scisma. Figura dato per una metà a Nicola Orsini da Gregorio XII (1406-1409)
Giorgio d'Antonio Farnese n'aveva metà nel 1422. Devoluta alla sua morte, Eugenio IV la concesse (1435) a Ranuccio Farnese e figli.
Leone X nel 1513 ne confermò in perpetuo l'investitura al Card. Alessandro ed a Pierluigi Farnese e successori. Incluso nel ducato di Castro (1537), istituito da papa Paolo III, ne segue le sorti fino alla distruzione nel 1649 (nel 1659 è incorporato nei beni del Patrimonio di S. Pietro). Si alternano nei decenni i domini di famiglie locali fino al Marchese Battista Casali Patriarca, che acquisisce il castello nel 1778 da Pio VI.

La leggenda delle origini

La leggenda vuole che Tessennano sia stata fondata da Ascanio (Teneo), figlio di Enea. Si narra che lo stesso, dopo aver fondato Albalonga, spintosi più a nord nel Latium, giunto ad un promontorio tufaceo, decise di costruirvi una città chiamandola Tuscia. Successivamente fu fondata una seconda città dallo stesso nome. Si ebbero così due centri omonimi e per distinguerli, in seguito, chiamarono il primo Tuscia Nana (Tessennano) e il secondo, più grande, Grande Tuscia (Tuscania). [1]

Il Nome

Sull'origine del nome gli storici non sono concordi. La maggior parte di essi fa risalire il nome all'etimologia latina Tuscia nana (piccola tuscia), per altri si tratterebbe di un patronimico etrusco derivante dal nome personale Tes(s)enna.

[1] Cfr. Tessennano, Domenico Chiarini, Lilia Grazia Tiberi, Maria Caterina Tiberi, Tessennano - Comune di Tessennano, 2002.

Numeri ed indirizzi utili

NUMERI UTILI

MUNICIPIO tel. 0761 431001 fax: 0761 431175

E-mail: comuneditessennano@virgilio.it

CARABINIERI tel. 0761 437002
FARMACIA tel. 0761 431210
OSPEDALE DI TARQUINIA tel. 0766 840660
PRONTO SOCCORSO Vetralla tel. 0761 4841
STAZIONE FERROVIARIA di TARQUINIA tel. 0766 856084
STAZIONE FERROVIARIA di VITERBO tel. 0761 340955

Acquapendente
Arlena di Castro
Bagnoregio
Barbarano Romano
Bassano in Teverina
Bassano Romano
Blera
Bolsena
Bomarzo
Calcata
Canepina
Capodimonte
Capranica
Caprarola
Carbognano
Castel Sant'Elia
Castiglione in Teverina
Celleno
Cellere
Civita Castellana
Civitella d'Agliano
Corchiano